Il cielo privo di Luna è il più adatto per mostrare le stelle e le costellazioni del mese. Prima al planetario verranno mostrare eccezionali diapositive a colori su alcuni degli oggetti più spettacolari e significativi che si trovano all’interno delle costellazioni che passano in meridiano a luglio.
Poi, all’aperto, si faranno vedere le stelle e le costellazioni principali del mese, indicandole col laser, e poi si inquadreranno con i potentissimi telescopi del Centro gli oggetti più interessanti, come gli ammassi globulari M 13 e M 22, l’ammasso aperto Stormo di Anatre Selvagge, le nebulose a emissione Laguna e Omega, le nebulose planetarie Manubrio e Anulare.
Sarà ancora ben osservabile il bellissimo Saturno coi suoi meravigliosi anelli. Il cielo artificiale ci regalerà due brillamenti Iridium, il primo dei quali, alle 21:50, davvero splendido, con una luce pari a quella di una falce di Luna, e il passaggio di ben 19 satelliti più luminosi della terza grandezza, con un razzo Atlas Centaur, alle 22:59, che raggiungerà la luminosità delle stelle più brillanti.

 

Lascia un messaggio di risposta