Nel mese di Gennaio 2015 sono previste le seguenti aperture pubbliche del centro astronomico, sempre a partire dalle ore 21.00:

Venerdì 02 Gennaio: Presentiamo i principali eventi astronomici del 2015.
Venerdì 09 Gennaio: Le Pleiadi e la leggenda dell’Atlantide perduta – Gabriele Vanin.
Venerdì 16 Gennaio: Stelle e costellazioni di Gennaio – Sandra De Bacco.
Venerdì 23 Gennaio: Dove nascono le stelle – Gabriele Vanin.
Venerdì 30 Gennaio: Keplero e l’armonia del mondo – Giuseppe De Donà.

Leggi il resto…

 

Di scena, al Centro Astronomico Giuliano Vanin, la presentazione dei principali eventi astronomici dell’anno appena iniziato. Si tratta di un menù piuttosto ricco, dalla cometa Lovejoy che allieterà le aperture di gennaio, alla grande opposizione di Giove del 6 febbraio, dall’eclisse di Sole del 20 marzo all’opposizione del bellissimo Saturno del 23 maggio, da un massimo delle Perseidi di agosto molto favorevole all’eclisse totale di Luna del 28 settembre. Senza dimenticare l’appuntamento della sonda spaziale Dawn con Cerere a metà marzo e della New Horizons con Plutone del 14 luglio. Leggi il resto…

 

A causa delle festività, il tradizionale appuntamento settimanale al Centro Astronomico si sposta al sabato.
100 anni fa non ci fu solo il grande olocausto della prima guerra mondiale, ma anche un insieme di grandi scoperte che, curiosamente, fecero capire per la prima volta all’uomo com’era fatto veramente il mondo, all’esterno, e non il nostro, piccolo e squassato da beghe tribali e insensate. Leggi il resto…

 

Fase di Luna favorevole per mostrare, in questa serata, dal vero, le ultime scintille del cielo autunnale, la doppia Almach, L’Ammasso Doppio di Perseo, la Galassia di Andromeda, gli ammassi aperti M 52 e NGC 7789, e le prime del cielo d’inverno, le Pleiadi, le stelle multiple 32 Eridani e Keid. Leggi il resto…

 

In occasione del 450° anniversario della nascita del grande scienziato, la Rheticus dedica questa serata alla ricostruzione delle tappe principali della vita di colui che più di ogni altro rappresentò, agli occhi degli studiosi e della gente comune, la forza della nuova astronomia eliocentrica verificata dalle osservazioni con il telescopio, un incontro particolarmente adatto agli studenti delle scuole superiori. E lo fa cercando soprattutto di far rivivere ai visitatori in modo tangibile la natura delle condizioni materiali, soprattutto dal punto di vista scientifico, di quel tempo. Leggi il resto…