Conferenza di ampio respiro questa sera al centro astronomico. Non solo astronomia, quindi, ma argomenti che abbracciano temi quanto mai vasti: dalla nascita dell’universo, all’attecchimento della vita in tutte le sue forme, in particolare dal punto di vista antropologico. Disamina dunque su campi di grande attualità e che sempre di più fanno breccia nelle coscienze dei singoli, ma anche (per fortuna) della collettività e , in ultima analisi, vorrebbero dare risposta ai grossi dubbi che attanagliano da sempre l’Uomo:

chi siamo, da dove veniamo e quale futuro ci aspetta?

E di conseguenza, quale sarà il destino del meraviglioso mondo che abitiamo e che stiamo cosi maltrattando?

Il tutto illustrato magistralmente da Gabriele Vanin con immagini, musiche e filmati di grande impatto.

 

La parte osservativa sarà in gran parte dedicata al nostro satellite. La luna in fase di primo quarto sarà in condizioni ideali per essere ammirata con i vari strumenti che metteremo a disposizione. Sarà un spettacolo sia a basso ingrandimento, per osservare nella sua interezza il satellite, sia con ingrandimenti via via a crescere, per apprezzare nel dettaglio vari aspetti della morfologia dell’astro.

Interessanti e sempre affascinanti le stelle che potremo osservare: la coloratissima Mu Cephei dall’intenso colore rossastro; la notissima Delta Cephei, stella prototipo della classe della variabili cefeidi; Almach (Gamma Andromedar), stepitosa stella doppia con le componenti dai colori arancio ed azzurro.

In caso di maltempo tutta la manifestazione si svolgerà al planetario.

Per raggiungere facilmente il Centro Astronomico e ogni altra informazione logistica consulta il sito: www.rheticus.it

 

Lascia un messaggio di risposta