Appassionante il tema della conferenza di questa sera. Argomento che riporta subito alla mente la numerosa filmografia che su questo tema ha sfornato numerose pellicole, con descrizioni del fenomeno spesso esagerate e di solito con conseguenze apocalittiche. Ma anche se nei film spesso i fenomeni sono descritti in maniera non troppo scientifica, ciò non toglie che il pericolo della caduta di grossi meteoriti sulla terra non sia nullo, basti ricordare l’evento di Tunguska, nel 1908. Se però le probabilità di un evento catastrofico a breve termine sono alquanto basse, meteoriti molto più piccole cadono più spesso di quello che non si possa pensare. É questo l’interessante tema che verrà discusso questa sera al centro astronomico.

Il Relatore, un vero esperto del settore, ci parlerà dunque del fenomeno in tutti i suoi aspetti. Scopriremo da dove vengono, di cosa sono fatte e perfino come trovarle ed identificarle. Ci sarà occasione anche di vedere dal vivo alcuni campioni di meteoriti provenienti dallo spazio.

Per la parte osservativa, la Luna, a pochi giorni dal plenilunio, sarà l’indiscussa regina della serata, regalando a tutti i presenti un meraviglio spettacolo, sia con strumenti a basso ingrandimento, sia con i più potenti telescopi a disposizione del centro. Oltre al nostro satellite, potremo osservare stelle brillanti e colorate come Mu Cephei nella costellazione del Cefeo o Capella nell’Auriga. Le stelle doppie saranno ben rappresentate da Almach, la spendida doppia in Andromeda.

 

In caso di maltempo tutta la manifestazione si svolgerà al planetario.

Per raggiungere facilmente il Centro Astronomico e ogni altra informazione logistica consulta il sito: www.rheticus.it

 

Lascia un messaggio di risposta