L’argomento di questa serata sarà nuovamente dedicato a Giove, il gigante del sistema solare, il pianeta che per tutta la notte domina incontrastato nel cielo primaverile.
I due aspetti che andremo ad approfondire in Planetario, nel corso della prima parte dell’incontro, riguardano quello invisibile al telescopio – i suoi anelli – ed uno molto spettacolare e dinamico, visibile all’oculare come danza e movimento – i suoi satelliti.

Gli anelli di Giove, composti da polvere finissima, riservano peculiarità e caratteristiche meritevoli di essere raccontate, alla stessa stregua delle decine e decine di satelliti che accompagnano il pianeta nella sua orbita attorno al Sole. A partire naturalmente dai quattro più famosi, Io, Europa, Ganimede e Callisto, osservati per la prima volta al cannocchiale da Galileo Galileo.
Entrambi questi aspetti di Giove, strettamente legati nella loro natura, saranno descritti in dettaglio ed illustrati da spettacolari immagini e filmati.

Al termine della conferenza, con i telescopi del Centro, andremo ad osservare ad alto ingrandimento quanto il pianeta offre ai nostri occhi e avremo modo di vedere in diretta in quale configurazione si presentano i suoi satelliti più luminosi. La mancanza della Luna ci permetterà inoltre di osservare diversi altri oggetti del cielo primaverile.

 

Lascia un messaggio di risposta