Nella prima parte, al planetario, avrà luogo una conferenza di presentazione di questo straordinario fenomeno energetico, che caratterizza la fine violenta delle stelle molto più grandi del Sole. Si dirà come le supernovae siano uno degli eventi più importanti dal punto di vista astrofisico, sia per la produzione degli elementi chimici, sia per la formazione delle altre stelle e dei sistemi planetari, incluso il nostro, sia per la misura delle dimensioni dell’’universo.
Nella seconda parte potremo osservare ancora i pianeti Marte, Giove e Saturno al telescopio. Su Giove Europa transita sul disco del pianeta, mentre Ganimede esegue una performance molto rara, uscendo dall’occultazione da dietro il pianeta per entrare, nemmeno una quarantina di minuti più tardi nell’ombra di Giove, eclissandosi! Alle 22:40 assisteremo anche ad uno spettacolare sorgere della Luna quasi piena. Si potranno osservare al telescopio inoltre stelle colorate come Regolo e La Superba e stelle doppie come Algieba e 24 Comae Berenicis. Ad allietare la serata anche due apparizioni di satelliti Iridium.
In caso di maltempo tutta la serata si svolgerà al planetario col quale, dopo la conferenza, verrà mostrato il cielo della stagione.

 

Lascia un messaggio di risposta