Si parlerà degli asteroidi geosecanti, ovvero di quegli asteroidi che possono scontrarsi con il nostro pianeta, arrecando vari tipi di danni, dal disastro locale alla catastrofe globale e addirittura alle estinzioni in massa, come già più volte è capitato nella storia del nostro pianeta. Si passerà in rassegna il lavoro di ricerca fatto da vari osservatori astronomici, in questi anni, per monitorare le migliaia di asteroidi che possono trasformarsi in potenziali impattatori, si parlerà dell’enorme lavoro che c’è ancora da fare in questo campo per mettersi del tutto al sicuro da questa possibile minaccia e si vedrà quali mezzi l’umanità può escogitare per evitare un futuro urto con un corpo lanciato a folle velocità contro il nostro pianeta. Leggi il resto…

 

Saturno
Visibili, dall’esterno verso l’interno,
l’anello A, l’anello B, l’anello C (molto tenue)
Foto di Gabriele Vanin
4 settembre 2020, somma di 150 fotogrammi
da filmato da camera planetaria con telescopio ACF da 356 mm a f /10

 

Giove con la Grande Macchia Rossa e i satelliti,
da sinistra Ganimede, Io, l’ombra di Europa sul disco, Callisto
Foto di Gabriele Vanin
4 settembre 2020, somma di 150 pose da 1/100 di secondo
da filmato con camera planetaria e telescopio ACF da 356 mm a f/10

 

 

Lunedì 14 settembre 2020 ore 21
Serata Giove
Prenotazione obbligatoria – Per prenotare clicca qui

 

Giovedì 17 settembre 2020 ore 21
Serata Giove
Prenotazione obbligatoria – Per prenotare clicca qui

 

Lunedì 21 settembre 2020 ore 21
Serata Saturno
Prenotazione obbligatoria – Per prenotare clicca qui

 

Sabato 26 settembre 2020 ore 21
Serata Saturno
Prenotazione obbligatoria – A breve sarà disponibile il link

 

Vista anche la ripresa dei contagi e la situazione internazionale per niente tranquilla, per il mese di settembre, pur continuando le riaperture, intendiamo limitare le visite alla parte che si svolge all’aperto.

Quindi le serate prevederanno la sola osservazione del cielo, a occhio nudo e con gli strumenti, senza la conferenza e la dimostrazione al planetario, e si svolgeranno solo in caso di bel tempo, comunque su prenotazione.

L’annullamento della serata, in caso di maltempo, avverrà 24 ore prima, con un apposito comunicato sul sito. In sostituzione avrà luogo una conferenza in diretta youtube di Gabriele Vanin, la cui data sarà indicata sullo stesso comunicato.

Visto anche che nei mesi estivi non si è mai potuto osservare i pianeti Giove e Saturno in buone condizioni di stabilità atmosferica, le serate settembrine saranno ancora dedicate ai due giganti del sistema solare, e sono state fissate in occasione di particolari fenomeni che avverranno su Giove.

In particolare il 14, il 21 e il 26 settembre sarà possibile vedere al meglio la Grande Macchia Rossa, mentre il 17 settembre si potrà osservare il transito del satellite Io e della sua ombra sul disco di Giove.

Nelle prime tre date il cielo sarà senza la Luna, e quindi sarà possibile osservare, oltre ai due pianeti, anche molti oggetti di profondo cielo, nell’ultima invece la Luna, due giorni dopo il primo quarto, nelle migliori condizioni di osservazione, costituirà probabilmente il piatto più prelibato della serata.

 

 

Riflessi di Luna e pianeti
Foto di Carlo Zanandrea
25 luglio 2020, posa da 3 sec.
DSRL con focale 34mm  f 2,8 a 800 iso

 

Nebulosa Zampa di gatto (NGC 6334) nello Scorpione
Foto di Gabriele Vanin
23-24 giugno 2020, somma di 11 pose da 4 min con DSLR a 3200 IS0,
quadruppletto da 65 mm di diametro f/6,5 con filtro UHC-E 

 

 

Sabato 29 agosto 2020 ore 21 al Centro Astronomico di Feltre

“Serata Saturno: i satelliti”

Relatore Gabriele Vanin

Prenotazione obbligatoria – Per prenotare clicca qui

 

Forse non tutti sanno che, oltre al meraviglioso spettacolo degli anelli, Saturno presenta all’osservazione al telescopio un ricco corteo di ben otto satelliti. Benché più deboli dei famosi satelliti di Giove, sono più numerosi e, con i potenti telescopi del Centro astronomico, appaiono non meno luminosi dei pianeti medicei osservati con piccoli telescopi.

Questi satelliti, assieme ad altri scoperti dalle sonde spaziali, sono altrettanti mondi dalle caratteristiche uniche nel sistema solare, e alcuni di essi possono forse ospitare la vita. Di ciascuno di essi Gabriele Vanin, nella conferenza introduttiva che si svolgerà al planetario, presenterà una breve carta di identità, corredando l’esposizione con spettacolari immagini e accattivanti filmati. Si parlerà anche della particolare nomenclatura dei satelliti dei pianeti, un argomento del tutto sconosciuto anche agli addetti ai lavori.

Oltre a Saturno, in ottime condizioni di osservazione saranno anche il pianeta Giove, una splendida Luna e diverse stelle doppie estive dai forti contrasti di colore.

In caso di maltempo, tutta la manifestazione si svolgerà al planetario, dove verrà presentato anche il cielo della stagione e spettacolari simulazioni e filmati a tutta cupola.

 

Neowise e la Grande Orsa
Foto di Carlo Zanandrea
17 luglio 2020
DSRL focale 20mm a f 3,2  esp. 2,5 sec a 3500 iso

 

 

Sabato 22 agosto 2020 ore 21 al Centro Astronomico di Feltre

“Serata Saturno: il pianeta”

Relatore Gabriele Vanin

Prenotazione obbligatoria – Per prenotare clicca qui

 

 

Lo spettacolo astronomico di queste serate di fine agosto è senza dubbio il pianeta Saturno.

Chi non ha mai osservato al telescopio il pianeta con gli anelli non può nemmeno lontanamente immaginare le emozioni che si provano a osservare un oggetto così unico nel sistema solare e, come aveva immaginato il grande Isaac Asimov, probabilmente unico, o comunque estremamente raro, anche nell’intera Galassia.

Vi sono molti eventi, molte prime volte nella vita di ogni astrofilo, ma tutti, nessuno escluso, si ricordano la prima volta che il gigante con gli anelli è caduto sotto le proprie pupille al telescopio, e hanno segnato questa data col pennarello rosso nel brogliaccio di osservazione.

La sera di sabato sarà quindi un’occasione per condividere questa fortissima emozione con il ristretto plotone di visitatori permesso dall’emergenza COVID. E non con i piccoli telescopi della nostra prima visione da adolescenti, ma con mastodontici strumenti ad alta tecnologia!

Il menù osservativo prevede anche naturalmente il pianeta Giove con i suoi satelliti, e le osservazioni di profondo cielo di ammassi stellari e nebulose.

Prima dell’osservazione, alle 21, Gabriele Vanin presenterà al planetario una panoramica delle conoscenze scientifiche prodotte dalle sonde spaziali sul pianeta, arricchita da spettacolari diapositive e filmati.

In caso di maltempo tutta la manifestazione si svolgerà al planetario, con una guida al riconoscimento delle costellazioni del mese e la visione di spettacolari filmati a tutta cupola.

 

Regione di Antares, M 4 e Rho Ophiuchi
Foto di Gabriele Vanin
21 giugno 2020, somma di 10 pose da 2 min
con DSLR a 3200 IS0 e zoom 70-200 usato a 200 mm f/5,6