Secondo appuntamento al Centro Astronomico del miniciclo dedicato alla rivoluzione astronomica eliocentrica, in occasione del 450° anniversario della nascita di Galileo. La conferenza è dedicata questa volta al grande genio di Johannes Kepler, illustre contemporaneo di Galileo, che successe ad un altro straordinario personaggio del Rinascimento, il nobile Tycho Brahe, nella carica di Matematico Imperiale del Sacro Romano Impero, a Praga.

Giuseppe De Donà, grande conoscitore della vita dell’astronomo tedesco, ci condurrà, attraverso un percorso originale, a scoprire i molti contributi scientifici forniti da Keplero, fino a quello fondamentale, ovvero la vera e propria riformulazione della teoria eliocentrica di Copernico. Non solo, ma De Donà ci svelerà anche i risvolti sconosciuti ai più della vita avventurosa di Keplero, della sua personalità misticheggiante, della sua assoluta onestà e umiltà intellettuale, della sua continua ricerca di un disegno armonico, ispirato al platonismo e alla musica, di un senso e di una finalità del cosmo.
Dal punto di vista osservativo sarà una serata magica, di plenilunio, con il cielo d’autunno illuminato splendidamente dal nostro satellite. Non sarà quindi possibile osservare oggetti deboli, ma stelle doppie, multiple e luminose verranno mostrate nella prima parte della serata al telescopio, e la Luna, usando filtri neutri per schermarla, potrà essere ugualmente osservata con gli strumenti del Centro mostrando strutture apprezzabili e non visibili in altre fasi, come il Mare Humboldtianum, i crateri Endymion, Gauss, Berosus, Hahn, La Perouse, Ansgarius, Humboldt e Philips.
In caso di maltempo la manifestazione avrà luogo interamente al planetario, dove verranno anche mostrati spettacolari filmati full dome e il cielo del mese.

 

Lascia un messaggio di risposta