Notte di profondo cielo quella del 20 febbraio, nella quale si potrà ancora osservare la Cometa Lovejoy, la Grande Nebulosa di Orione, le Pleiadi, gli ammassi aperti nell’Auriga, nei Gemelli e nella Poppa, numerose stelle doppie, colorate e multiple, e lo splendido Giove con il suo straordinario corteo di satelliti.

Dopo l’osservazione, al tepore del planetario, Sandra De Bacco illustrerà con coloratissime diaposotive, nella maggioranza riprese con i nostri strumenti, gli oggetti peculiari di febbraio che non è stato possibile osservare al telescopio, e racconterà alcune suggestive leggende riguardanti le costellazioni visibili nel mese.
In caso di maltempo tutta la manifestazione si terrà al planetario.
Poiché le osservazioni vengono fatte all’aperto, si raccomanda di vestirsi in modo adeguato.

 

Lascia un messaggio di risposta